Cenni storici

Storia della produzione:

le prime coltivazioni di lenticchie, sull’Isola di Ventotene, risalgono, da cenni storici, all’inizio del 1800, ma c’è chi sostiene l’ipotesi che tale coltivazione era già praticata ai tempi della colonizzazione dell’Isola da parte dei Romani. Dopo aver raggiunto quote di produzione ragguardevoli (si parla infatti di circa 1500 q.li annui) tali da stimolare l’esportazione del prodotto in terraferma, si è avuto, in seguito allo spopolamento dell’Isola, nell’immediato dopoguerra, un forte calo della produzione fino ad arrivare ad una coltivazione a carattere prettamente familiare stimata intorno ai 50 q.li annui. Di contro si nota oggi una leggera inversione di tendenza anche in considerazione del grande successo che la lenticchia di Ventotene riscuote dai suoi estimatori. Ai sensi del D.M 14/06/02 è stato inserito al N. 73 nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali del Lazio.

Questo legume è stato il primo ad essere coltivato e consumato dall'uomo, è conosciuto già da oltre 7000 anni, infatti delle tracce sono state rinvenute in scavi in Turchia risalenti al 5500 a.C. Dunque originaria della Siria, si diffuse poi per tutto il Mediterraneo e divenne cibo base dei Greci e dei Romani per il suo alto valore nutritivo.
Sembra che abbiano dato il nome ad una delle più importanti famiglie romane, quella dei Lentuli, dal nome latino della lenticchia, 'lens'. Sempre in epoca romana Catone dettò alcune norme per cucinarle nel modo migliore e Galeno, celebre medico di allora, ne sottolineò le virtù terapeutiche.
Nella Bibbia (Genesi, XXV) Esaù vendette al fratello Giacobbe il diritto di primogenitura in cambio di un fumante piatto di lenticchie. Nei secoli successivi continuarono ad essere apprezzate e consumate grazie alla loro facile reperibilità, tanto da essere state definite "carne dei poveri".

Lenticchia di Ventotene

Condividi

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixxRSS Feed

© 2012 - Paolo De Feo - PLADFE49C25I712F